Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

Enti locali

Elezioni 2019: Brivio scrive a Decaro, Comuni preoccupati per i rimborsi

16 Aprile 2019

Il Ministero vuole utilizzare come base di calcolo il "Referendum Trivelle del 2016"

Si avvicinano le elezioni europee e amministrative del 26 maggio prossimo e, da una prima lettura delle disposizioni emanate dal Ministero dell’Interno relativamente ai rimborsi per le spese elettorali che i comuni sosterranno a tal proposito, diversi sindaci  rilevano e segnalano  che il parametro del "referendum Trivelle del 2016", ulteriormente ridotto del 20%, non sarà sufficiente a coprire le spese che i Comuni dovranno sostenere per il regolare svolgimento delle attività elettorali. 
Per questo il Presidente di Anci Lombardia, Virginio Brivio, ha inviato una lettera al presidente di Anci, Antonio De Caro nella quale sottolinea come "i Comuni, memori di quanto è accaduto in occasione delle ultime tornate elettorali, evidenziano infatti la loro preoccupazione nel caso lo stanziamento previsto, come già successo, non riuscisse a coprire l’intero onere sostenuto localmente".
Come nota Brivio nella sua missiva "i Sindaci fanno notare come la natura delle consultazioni elettorali sia sostanzialmente diversa: da un lato un referendum che non ha necessitato di attività di raccolta firme e non ha implicato uno spoglio complesso delle schede, dall’altro un appuntamento europeo e uno amministrativo, che richiedono l’impegno degli uffici competenti già a partire dalle settimane precedenti l’appuntamento del 26 maggio e saranno caratterizzati da una più strutturata fase di scrutinio dei voti, con attività che si protrarranno nella notte di domenica 26 e proseguiranno lunedì 27, come ad esempio la consegna della documentazione ai Tribunali competenti che, a seguito dei recenti accorpamenti, possono essere distanti dalla sede del voto, e dalla fase di scrutinio vera e propria con, tra l’altro, la valutazione della correttezza delle preferenze espresse dagli elettori".
Il presidente di Anci Lombardia evidenzia anche la riduzione delle risorse rimborsabili ai Comuni non tiene conto del nuovo Contratto Collettivo di Lavoro, Funzioni Locali, sottoscritto in data 21 maggio 2018, il quale ha introdotto aumenti contrattuali che incideranno concretamente nell’aumento delle spese relative alle attività ordinarie e straordinarie dei dipendenti pubblici impegnati nelle operazioni elettorali.
A queste osservazioni gli amministratori locali denunciano inoltre che i Comuni dovranno "sostenere spese e oneri legati a attività che non vengono rimborsate direttamente, tra le quali si segnala la sistemazione e pulizia dei locali nella fase pre e post evento; gli straordinari dei dipendenti che verranno recuperati nelle settimane successive; la gestione dell’alloggio dei militari che presidiano i seggi elettorali"-.
Brivio, conclude la lettera "confidando tuo interesse e in tuo tempestivo intervento presso le sedi opportune"

ANCI Lombardia © 2019  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961